Come si diventa direttore di video/fotografia

Intervista a Giuseppe Giovannini

Come si diventa direttore di video/fotografia
QUALI SONO LE 3 ATTIVITÀ PIÙ IMPORTANTI CHE FAI NEL TUO LAVORO?
  • Organizzare il tempo per dare a tutte le persone che entrano in contatto con me la calma necessaria per lavorare al meglio.
  • Parlare alle persone.
  • Nella fase di regia video e direzione artistica dei servizi di comunicazione visiva, soprattutto decidere cosa fare e cosa non fare.
CHE STRUMENTI UTILIZZI?
Per ogni tipologia di servizio che offro, lo strumento più importante che uso è un’app molto tecnologica, dotata di un’intelligenza più che artificiale, direi quasi umana…l’app in questione si chiama “cervello” J Intatti lo strumento più importante che uso riguarda una delle sue funzioni: l’immaginazione.
 
Per gli spostamenti utili ad incontrare clienti e fornitori l’automobile, il treno, il bus, l'app di Trenitalia e My Cicero, il trolley, il termos.
 
Per la produzione video e foto: la macchina fotografica, la videocamera, l’impianto delle luci: stativi, pannelli led, pannelli riflettenti e diffusori, chroma key; l’impianto audio: microfoni, aste, registratori audio, cuffie, dissuasori di rumore.
Per la post produzione video e foto e per la produzione grafica: la mia workstation ambiente Windows con i miei adorati 3 monitor; riguardo i software uso DaVinci Resolve per la post produzione video, Adobe Premiere, Speedgrade e After Effects per l’effettistica video; Adobe Audition per la post produzione audio; Adobe Lightroom e Photoshop per la post produzione fotografica; Adobe Illustrator, Photoshop ed InDesign per la grafica.

Per le consulenze in azienda e la formazione in aula: la ricerca, lo studio, la parola, fogli, penne, caramelle (tante), Microsoft Powerpoint, Excel e Word e gli strumenti Google come il Drive, Keep, Calendar.
 
COME SI DIVENTA UN "REGISTA/VIDEOMAKER/DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA/MONTATORE ED EFFETTISTICA VIDEO/FOTOGRAFO” COME TE?
Secondo la mia esperienza, posso rispondere alla domanda elencando tre attività principali:
  • Empatia: cercare di entrare a contatto con le persone da un punto di vista umano.
  • Onestà: essere sinceri nelle relazioni con le persone.
  • Originalità: sapendo che non si può piacere a tutti, cercare un modo per diventare necessari, grazie alle proprie qualità, per poche persone...l'empatia attirerà le persone simili a me.
E saranno poi loro a referenziarmi.
 
IL TUO MOTTO?
Fai un lavoro che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita. "Confucio"
 
Vedi tutte le interviste